POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 19 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

delitti contro la pubblica amministrazione | 15 Gennaio 2018

Antitrust e Procure: nuovi protocolli contro la corruzione

I protocolli d’intesa, sottoscritti dal Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con le Procure di Milano e Roma, rispettivamente l’11 gennaio e il 10 gennaio 2018, sono finalizzati alla prevenzione e al contrasto della corruzione nella P.A., nonché alla repressione dei reati contro l’Amministrazione.

La finalità dei protocolli. I protocolli d’intesa sottoscritti dal Presidente dell’AGCM con le Procure di Milano e di Roma sono finalizzati ad aumentare l’efficienza dell’attività di prevenzione e contrasto della corruzione nella P.A., alla tutela del buon funzionamento del mercato, nonché alla repressione dei reati contro l’Amministrazione Pubblica, «anche attraverso l’accesso alle informazioni acquisite in via amministrativa».
Composti di otto articoli, i protocolli implementeranno lo scambio d’informazioni relative alle indagini, ai procedimenti penali e amministrativi di rispettiva competenza.
Infatti, così come si legge nel comunicato stampa dell’Antitrust del 13 gennaio 2018, «l’AGCM trasmetterà tempestivamente alle Procure le informazioni e le documentazioni da esse richieste nell’ambito delle indagini e ogni volta che, nell’ambito della sua attività di enforcement, emergano condotte di rilievo penale».

La validità. I protocolli hanno validità di 5 anni e saranno rinnovabili a scadenza.



Qui il protocollo siglato tra Antitrust e Procura di Roma del 10 gennaio 2018

Qui il protocollo siglato tra Antitrust e Procura di Milano dell’11 gennaio 2018