POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 12 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PENALE e PROCESSO

giustizia penale | 12 Aprile 2016

“Match” tra UCPI e Orlando su prescrizione e intercettazioni

Lunedì 11 aprile 2016, il Presidente e il Segretario dell’Unione Camere Penali Italiane (UCPI), Beniamino Migliucci e Francesco Petrelli, hanno incontrato il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando. Oggetto dell’incontro le modifiche al codice di procedura penale e la prescrizione.

La delicata questione delle intercettazioni. L’unione Camere Penali Italiane ha espresso le proprie perplessità, in particolare, sull’estensione della partecipazione a distanza e sull'allungamento dei termini di prescrizione ed ha esortato l’Esecutivo a proseguire nell'iter legislativo in materia di intercettazioni.
Secondo l’UCPI, è necessario che la legge delega per la riforma delle intercettazioni non si fermi. Le questioni da risolvere sono due e «sono state oggetto di molteplici iniziative da parte di alcune importanti Procure della Repubblica: da un lato, la riservatezza delle comunicazioni delle persone occasionalmente coinvolte nel procedimento e non rilevanti ai fini di giustizia e, dall’altro, la tutela della funzione difensiva, e dunque la tutela dei colloqui fra assistito e difensore».