POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 30 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

responsabilità medica | 29 Giugno 2020

Non c’è vita senza chances

di Valentina A. Papanice - Avvocato

È meramente apparente, perché non segue il perimetro del danno e non consente di cogliere il fondamento della decisione, a fronte di considerazioni che risultano inidonee ad escludere la configurabilità del giudizio, la motivazione della sentenza con cui si esclude la configurabilità del danno da perdita di chance - da intendersi come “il sacrificio della possibilità di un risultato migliore” - per omessa informazione di neoplasia e ritardato trattamento terapeutico sulla base della mera inevitabilità del decesso, omettendo di valutare se sussistesse la possibilità un precoce follow up oncologico, e quindi di un diverso percorso diagnostico e terapeutico che consentisse una diversa progressione della malattia e eventualmente una maggiore sopravvivenza in vita.  

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 12928/20; depositata il 26 giugno)

La chance non va identificata con la probabilità statistica di sopravvivenza, consistendo la specificità di tale profilo di danno nella privazione della possibilità di sopravvivere più a lungo e/o con minori sofferenze. Tale...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.