POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 18 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

risarcimento danni | 24 Giugno 2019

Camminamento pericoloso: sceglie comunque di utilizzarlo. Niente risarcimento per la caduta

di La Redazione

Il capitombolo si verifica in un cortile di pertinenza di una struttura ospedaliera. A essere responsabile, secondo i Giudici, è però proprio la vittima, che ha tenuto una condotta imprudente, utilizzando il camminamento asfaltato, nonostante la presenza di disconnessioni sul manto stradale, la disponibilità di un percorso alternativo e la protezione cautelare del locus.  

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 16857/19; depositata il 24 giugno)

Pessima idea quella di utilizzare un poco sicuro camminamento asfaltato posizionato all’interno di un cortile di pertinenza di una struttura ospedaliera. A rendersene conto sulla propria pelle è una donna, che proprio a causa di quella...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.