POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 22 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

pmi | 16 Ottobre 2020

Impresa 4.0: modalità e termini per la presentazione delle domande

di La Redazione

Le domande per l'accesso alle agevolazioni in favore della trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese potranno essere presentate dal 15 dicembre 2020 (Com. MISE 14 ottobre 2020: GU 14 ottobre 2020 n. 254).

Le domande per accedere ai benefici individuati dal “Piano Impresa 4.0”, possono essere presentate in forma elettronica a partire dalle ore 12.00 del 15 dicembre 2020.

 

Gli interessati devono compilare la domanda utilizzando la procedura informatica raggiungibile dal sito www.mise.gov.it e dal sito www.invitalia.it, secondo le modalità e gli schemi disponibili online.

 

Per poter accedere alla procedura, chi compila la domanda (legale rappresentante del soggetto beneficiario o della capofila in caso di una forma aggregata o associata) deve prima indentificarsi tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o il sistema di gestione delle identità digitali di Invitalia.

 

La domanda deve essere firmata digitalmente (D.Lgs. 82/2005) dal legale rappresentante della singola PMI e, nel caso di aggregazioni, da ciascun soggetto facente parte di una forma aggregata o associata.

 

Ciascun soggetto, sia in forma singola che congiunta, può presentare una sola domanda di accesso alle agevolazioni che può riguardare un progetto di:
- innovazione di processo;
- innovazione dell'organizzazione;
- di investimenti.

 

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:
- scheda Progetto;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante il possesso dei requisiti di accesso alle agevolazioni;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà inerente aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per l'attribuzione del rating di legalità;
- dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà riportanti le informazioni finalizzate all'acquisizione della certificazione antimafia;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà relativa alla determinazione della dimensione aziendale e del Rating di legalità;
- dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà riguardanti le norme di prevenzione dell'antiriciclaggio; dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante i valori di bilancio necessari per la determinazione dei punteggi;
- in caso di aggregazioni, contratto sottostante ai rapporti tra le parti;

statuto ed atto costitutivo.

 

Le domande vengono ammesse in ordine cronologico giornaliero (si ritengono presentate nello stesso momento a prescindere dall'orario) e nei limiti delle disponibilità finanziarie.

 

In caso di insufficienza delle risorse per le domande presentate nello stesso giorno, verranno ammesse alla fase istruttoria i progetti con il maggior punteggio. In caso di uguaglianza di punteggio, le domande stesse sono ammesse in base al principio dell'ordine cronologico.

 

Entro 90 giorni dalla data di presentazione della domanda, Invitalia SpA deve svolgere le attività istruttorie, salva la possibilità di richiedere integrazioni e chiarimenti.

 

Invitalia, nel valutare i progetti, deve anche verificare la regolarità contributiva del soggetto proponente e l'assenza di cause ostative ai sensi della vigente normativa antimafia.

 

In caso di esito positivo dell'istruttoria, il ministero, con il supporto di Invitalia, procede alla registrazione dell'aiuto individuale sul Registro nazionale degli aiuti di Stato ai fini della conseguente adozione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

 

Per domande con esito negativo, invece, il ministero deve comunicare le ragioni del rigetto (art. 10 bis L. 241/90).

 

Entro 30 giorni dalla sottoscrizione da parte dell'impresa beneficiaria del provvedimento di concessione, Invitalia SpA provvede alla stipula del contratto di finanziamento che disciplina le modalità e le condizioni per l'erogazione e il rimborso del finanziamento agevolato, nonché i conseguenti impegni e obblighi a carico dell'impresa beneficiaria.

 

Le agevolazioni vengono erogate in due quote sulla base di fatturazioni di spesa debitamente quietanzate.

 

Il soggetto beneficiario può richiedere l'erogazione della prima quota entro 12 mesi dal provvedimento di concessione, pari al 50% delle agevolazioni concesse, successivamente al sostenimento di spese pari ad almeno il 50% dell'importo totale ammesso ad agevolazione o, in alternativa, a titolo di anticipazione, previa presentazione di fideiussione bancaria o polizza assicurativa, per un valore pari all'anticipazione concessa.

 

L'anticipazione sarà recuperata in misura proporzionale alle agevolazioni maturate sui singoli SAL.

 

Entro 30 giorni dalla data di ultimazione del progetto il beneficiario deve darne comunicazione.

 

Entro 60 giorni dalla data di ultimazione del progetto il beneficiario deve richiedere l'erogazione del saldo, successivamente al pagamento delle relative spese.

 

Entro i 90 giorni successivi Invitalia SpA procede, dopo le opportune verifiche, all'erogazione delle agevolazioni spettanti e il ministero adotta, per le richieste di erogazione a saldo, il provvedimento di concessione definitiva delle agevolazioni.

 

(Fonte: mementopiù.it)