POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 28 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 30 Settembre 2020

NASPI e DISCOLL: indicazioni INPS sulla proroga

di La Redazione

Ai fini della proroga di 2 mesi - prevista dal DL Agosto - delle indennità NASPI e DISCOLL, il cui periodo di fruizione sia terminato tra maggio e giugno, non occorre presentare alcuna domanda (INPS circolare 29 settembre 2020 n. 111).  

Per beneficiare della proroga di 2 mesi delle indennità di disoccupazione NASPI e DISCOLL, il cui periodo di fruizione sia terminato nell'arco temporale compreso tra il 1° maggio e il 30 giugno 2020, non è necessario presentare alcuna domanda in quanto l'INPS procederà d'ufficio all'estensione delle stesse.

 

Proroga automatica: a chi spetta. La proroga in questione, rivolta anche a coloro che abbiano già beneficiato della prima proroga di due mesi introdotta dal Decreto Rilancio, è prevista dal Decreto Agosto (art. 5 d.l. n. 104/2020) e spetta a condizione di non essere già stati destinatari di:

- indennità Covid-19 previste dal Decreto Cura Italia;

- indennità Covid-19 previste dal Decreto Rilancio;

-indennità a favore dei lavoratori domestici e indennità a favore dei lavoratori sportivi;

- indennità onnicomprensive e indennità a favore dei lavoratori marittimi introdotte dal Decreto Agosto;

- indennità a favore dei pescatori autonomi.

Il percettore delle indennità NASPI e DISCOLL può, infatti, cumulare le stesse con le indennità Covid-19 del Decreto Cura Italia (bonus € 600 per il mese di marzo), nonché del Decreto Rilancio (bonus € 600 per il mese di aprile) solo per il periodo di durata “ordinaria” delle suddette indennità di disoccupazione.

La proroga della indennità non è riconosciuta ai percettori della NASPI che hanno fruito della stessa in forma anticipata e il cui periodo teorico di spettanza termini nell'arco temporale compreso tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020.

Per quanto concerne la sola prestazione di disoccupazione NASPI – per la quale è previsto l'accredito della contribuzione figurativa - anche per le ulteriori 2 mensilità verrà riconosciuta la contribuzione figurativa e, ove spettanti, gli assegni per il nucleo familiare.

Nel caso in cui il percettore delle prestazioni NASPI e DISCOLL maturi i requisiti per la pensione di vecchiaia o anticipata durante il periodo di proroga, queste ultime non saranno oggetto di proroga. Le eventuali somme indebitamente erogate saranno oggetto di recupero da parte dell'INPS.

Per i soggetti che abbiano già presentato, alla data del 29 settembre 2020, la domanda di certificazione del diritto all'Ape Sociale o al pensionamento precoce, il riconoscimento della proroga in esame è sospeso: l'interessato, entro il 31 ottobre 2020, potrà manifestare la volontà di avvalersi, attraverso la trasmissione del modello NASpI-Com, della proroga delle prestazioni di disoccupazione. Solo a seguito della manifestazione di tale volontà entro il termine previsto, l'INPS terrà conto dei periodi di proroga ai fini della verifica della sussistenza dei requisiti e delle condizioni per l'accesso alle prestazioni. La manifestazione di volontà di avvalersi della proroga della NASPI deve intendersi come accettazione degli effetti che ne derivano.

 

Risoluzione del rapporto di lavoro a seguito di accordo collettivo aziendale e accesso all'indennità NASPI. Oltre alle istruzioni in ordine alla proroga di NASPI e DISCOLL, l'INPS ha precisato che, i lavoratori che cessano il rapporto di lavoro a seguito di accordo collettivo aziendale stipulato dalle organizzazioni sindacali e che ha ad oggetto un incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro medesimo (ipotesi di deroga al divieto di licenziamento prevista dal Decreto Agosto: art 14 DL 104/2020), sono tenuti, in sede di presentazione della domanda di indennità NASPI, ad allegare l'accordo collettivo aziendale e la documentazione attestante l'adesione al predetto accordo da parte del lavoratore interessato, al fine di potere accedere alla prestazione di disoccupazione NASPI.

 

(Fonte: mementopiu.it)

 



Qui la circolare dell’INPS del 29 settembre 2020, n. 111