POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 06 aprile 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 19 Febbraio 2020

Bonus asilo nido: modalità di presentazione delle domande 2020

di La Redazione

Il genitore del minore nato o adottato potrà presentare telematicamente la domanda indicando se vuole accedere al contributo per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati o per il supporto dei bambini al di sotto dei 3 anni affetti da gravi patologie croniche (circ. INPS 14 febbraio 2020 n. 27).  

Il buono in favore delle famiglie per il pagamento di rette di asili nido pubblici e privati, nonché per l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione di bambini al di sotto dei 3 anni affetti da gravi patologie croniche (art. 1, c. 355, l. 232/2016) è stato ulteriormente incrementato come segue (art. 1, c. 343, l. 160/2019):

 

ISEE minorenni

Importo massimo annuo

Fino a € 25.000

€ 3.000

Da € 25.001 a € 40.000

€ 2.500

Oltre € 40.000

€ 1.500

 

L'INPS ha illustrato le modalità di presentazione delle domande per l'anno 2020 (circ. INPS 14 febbraio 2020 n. 27).

 

Requisiti del genitore richiedente:
- possedere la cittadinanza italiana;
- avere la residenza in Italia;
- avere l'onere del pagamento della retta di asilo nido (se si richiede il contributo asilo nido);
- convivere con il minore affetto da malattia cronica (se si richiede il contributo per forme di supporto presso la propria abitazione).
Il genitore, al momento della presentazione della domanda, deve indicare se vuole accedere al beneficio per:
- pagare la retta di un asilo nido autorizzato da un ente competente (sono pertanto escluse le spese sostenute per i servizi all'infanzia diversi da quelli forniti dagli asili nido). In questo caso il genitore dovrà indicare la natura pubblica o privata della struttura, la sua denominazione, il codice fiscale e gli estremi dell'autorizzazione;
- introdurre forme di supporto presso la propria abitazione a bambini al di sotto dei 3 anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche. In questo caso il beneficio viene erogato a seguito della presentazione di un'attestazione rilasciata da un pediatra che dichiari l'impossibilità a frequentare un asilo nido.
La domanda del beneficio dovrà essere presentata esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:
- web, tramite il servizio online dedicato nel sito INPS;
- contact center multicanale;
- patronati.
I genitori che hanno già presentato la domanda nel 2019, per la quale sia già presente nella procedura INPS la documentazione di spesa riferibile ad almeno una mensilità da settembre a dicembre 2019, verranno contattati dall'INPS per poter utilizzare la domanda 2020 precompilata con le informazioni già indicate.
Il bonus verrà corrisposto dall'INPS in base alle fasce ISEE predette, attraverso il mezzo di pagamento prescelto dal richiedente.

(Fonte: mementopiu.it)

 



Qui la circolare INPS del 14 febbraio 2020, n. 27