POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 06 aprile 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

licenziamento | 31 Gennaio 2020

‘Carta fedeltà’ della cliente utilizzata dalla cassiera: licenziamento eccessivo ma rapporto di lavoro chiuso

di La Redazione

Ricostruito nei dettagli l’episodio incriminato, emergono le responsabilità della lavoratrice, che, secondo i Giudici, ha agito consapevolmente, utilizzando la ‘carta’ della cliente, invece di restituirla. Eccessiva però la reazione dell’azienda, che ha addirittura ipotizzato il licenziamento per giusta causa. Per chiudere la questione, alla fine, si approda alla chiusura del rapporto, con indennità risarcitoria per l’oramai ex dipendente del supermercato.

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n. 2238/19; depositata il 30 gennaio)

Costa carissima alla cassiera – part-time – di un supermercato la decisione di utilizzare per la propria spesa la ‘carta fedeltà’ dimenticata da una cliente: quell’episodio, difatti, è sufficiente per chiudere...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.