POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 25 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 13 Gennaio 2020

Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione: anno 2020

di La Redazione

L'INPS comunica i limiti di reddito per il riconoscimento degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione dei lavoratori autonomi per l'anno 2020 (circolare INPS del 9 gennaio 2020 n. 3).  

Per l’anno 2020 i limiti di reddito mensile da considerare ai fini dell’accertamento del carico (non autosufficienza economica) e quindi per il riconoscimento del diritto agli assegni familiari risultano come di seguito fissati:
- € 725,39 per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio od equiparato;
- € 1.269,43 per due genitori ed equiparati.
Nella tabella seguente riportiamo i limiti di reddito familiare annuale per la corresponsione della quota di maggiorazione (e assegni familiari) per il primo figlio e i limiti per tutte le quote di maggiorazione, da applicare a decorrere dal 1°gennaio 2020

 

 

Nucleo familiare

Dal 1°gennaio 2020

Limite per quota per il primo figlio

Limite per tutte le quote

Nella generalità dei casi

1 persona (1)

€  9.954,97

-

2 persone

€ 16.519,14

€ 19.783,44

3 persone

€ 21.240,49

€ 25.433,53

4 persone

€ 25.366,44

€ 30.377,79

5 persone

€ 29.495,86

€ 35.322,10

6 persone

€ 33.428,23

€ 40.032,31

7 o più

€ 37.359,89

€ 44.741,75

Nel caso in cui il richiedente la quota per i minori sia vedovo/a, divorziato/a, separato/a, celibe o nubile (+ 10%)

1 persona (2)

€ 10.950,47

-

2 persone

€ 18.171,05

€ 21.761,78

3 persone

€ 23.364,54

€ 27.976,88

4 persone

€ 27.903,08

€ 33.415,57

5 persone

€ 32.445,45

€ 38.854,31

6 persone

€ 36.771,05

€ 44.035,54

7 o più

€ 41.095,88

€ 49.215,93

Nel caso in cui nel nucleo siano comprese persone inabili (+ 50%)

1 persona (1)

€ 14.932,46

-

2 persone

€ 24.778,71

€ 29.675,16

3 persone

€ 31.860,74

€ 38.150,30

4 persone

€ 38.049,66

€ 45.566,69

5 persone

€ 44.243,79

€ 52.983,15

6 persone

€ 50.142,35

€ 60.048,47

7 o più

€ 56.039,84

€ 67.112,63

Quando ricorrono insieme i due casi precedenti (+ 60%)

1 persona (2)

€ 15.927,95

-

2 persone

€ 26.430,62

€ 31.653,50

3 persone

€ 33.984,78

€ 40.693,65

4 persone

€ 40.586,30

€ 48.604,46

5 persone

€ 47.193,38

€ 56.515,36

6 persone

€ 53.485,17

€ 64.051,70

7 o più

€ 59.775,82

€ 71.586,80

(1) L'ipotesi riguarda il titolare maggiorenne di pensione ai superstiti unico componente il nucleo familiare.
(2) L'ipotesi riguarda il titolare minorenne di pensione ai superstiti unico componente il nucleo familiare.

 

(Fonte: mementopiu.it)

 

 



Qui la circolare INPS del 9 gennaio 2020, n. 3