POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 09 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 21 Novembre 2019

Indennità di malattia e degenza ospedaliera per gli iscritti alla Gestione separata INPS: istruzioni

di La Redazione

L’INPS fornisce le prime istruzioni operative circa la modifica della disciplina relativa alle indennità giornaliere di malattia e degenza ospedaliera previste per gli iscritti alla Gestione separata (circolare INPS del 19 novembre 2019 n. 141).  

Il recente Decreto “Rider” (d.l. n. 101/2019 conv. in l. n. 128/2019), tra le altre novità, ha introdotto anche la modifica della disciplina relativa alle indennità giornaliere di malattia e degenza ospedaliera previste per gli iscritti alla Gestione separata INPS (art. 2, comma 26, l. n. 335/95).

Di seguito esaminiamo le variazioni che si applicano agli eventi di malattia e degenza ospedaliera che si sono verificati a decorrere dal 5 settembre 2019.

 

Requisiti reddituali e contributivi. Le indennità di malattia e di degenza ospedaliera spettano a condizione che:
- sia stata accreditata almeno 1 mensilità (in luogo di 3) di contribuzione nei 12 mesi precedenti la data di inizio della malattia;
- il reddito individuale dell'iscritto non sia superiore al 70% del massimale contributivo annuo (per il 2019: € 102.543,00).

 

Misura delle prestazioni. Le indennità si calcolano prendendo come riferimento l'importo che si ottiene dividendo per 365 il massimale contributivo valido per l'anno di inizio della malattia (per l'anno 2019 pari a € 102.543,00) ed applicando diverse percentuali a seconda del numero di mensilità di contribuzione accreditate nei 12 mesi precedenti l'evento.
Per effetto delle modifiche, gli importi delle indennità di malattia e degenza ospedaliera sono aumentati del 100%.
Pertanto, le indennità (calcolate su € 280,94, cioè € 102.543,00 diviso 365) corrispondono ai valori indicati in tabella:

 

Contributi accreditati

Indennità di degenza ospedaliera (1)

Indennità di malattia (2)

Percentuale

Importo

Percentuale

Importo

Fino a 4 mensilità

16%

€ 44,95

8%

€ 22,48

Da 5 a 8 mensilità

24%

€ 67,43

12%

€ 33,71

Da 9 a 12 mensilità

32%

€ 89,90

16%

€ 44,95

(1) I periodi di malattia, certificata come conseguente a trattamenti terapeutici di malattie oncologiche, o di gravi patologie cronicodegenerative ingravescenti o che comunque comportano un'inabilità lavorativa temporanea del 100%, sono equiparati alla degenza ospedaliera (art. 8, c. 10, L. 81/2017Circ. INPS 12 ottobre 2017 n. 139).

(2) Pari al 50% dell'importo corrisposto a titolo di indennità per degenza ospedaliera.

 

(Fonte: mementopiu.it)

 



Qui la circolare INPS del 19 novembre 2019, n. 141