POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 18 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
LAVORO

previdenza | 21 Agosto 2019

Bonus asilo nido: nuove funzionalità

di La Redazione

Disponibili le nuove funzionalità INPS che consentono la variazione delle mensilità del bonus asilo nido richieste nella relativa domanda.  

Sul Portale del Cittadino sono disponibili nuove funzionalità che consentono la variazione delle mensilità del bonus asilo nido richieste nella relativa domanda (mess. INPS 5 agosto 2019 n. 3007).
Le nuove funzioni sono attive per le domande presentate a partire dall’anno 2019 e permettono la variazione delle mensilità originariamente indicate fino al termine di scadenza previsto per la presentazione della documentazione di spesa (entro il 1° aprile 2020 per le domande del 2019).
Due sono le variazioni possibili:
- sostituzione mensilità richieste, permette di sostituire un mese indicato in domanda con un altro mese non ancora prenotato per lo stesso minore;
- rinuncia mensilità richieste, consente la rinuncia a uno o più mesi originariamente richiesti in domanda.
Le variazioni sono immediate e sono consentite per le sole mensilità non ancora pagate.
È in ogni caso possibile effettuare una sola variazione per ogni mensilità prenotata in domanda, restando ferma la preesistente possibilità di utilizzare la funzione “Annullamento domanda”.
La funzione permette di annullare una domanda protocollata in qualunque stato essa si trovi, consentendo al cittadino di liberare le mensilità prenotate e non ancora pagate in relazione alle quali, entro il 31 dicembre dell’anno della domanda di riferimento, sarà eventualmente possibile presentare una nuova istanza.

(Fonte: lavoropiu.info)

 

 



Qui il messaggio INPS del 5 agosto 2019, n. 3007