POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 01 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
OBBLIGAZIONI e CONTRATTI

concorsi pubblici  | 11 Settembre 2013

Le prove concorsuali troppo lunghe contrastano con l’ imparzialità, l’economicità e la celerità

di Ilaria Pietroletti - Avvocato

Nei concorsi pubblici l’apposizione della firma e della timbratura della commissione d’esame sui fogli di risposta dei questionari deve avvenire prima dello svolgimento delle prove, al fine di garantire l’originalità del prodotto del candidato ed il principio di segretezza, così come sancito dagli artt. 1 e 13, d.p.r. 487/1994.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza n. 20687/13; depositata il 10 settembre)

Con la sentenza n. 20687 del 10 settembre 2013, la Prima sezione Civile della Corte di Cassazione ha fornito importanti chiarimenti in ordine alle modalità di svolgimento dei pubblici concorsi, sancendo il grave inadempimento della società...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.